Erasmus+

La Fondazione guarda alla mobilità internazionale e alla cooperazione anche come una formidabile esperienza di vita poiché consente ai ragazzi di allenare competenze cruciali per la loro vita futura come la capacità di far fronte e negoziare in un ambiente sociale e culturale diverso, la capacità di costruire e sviluppare reti in un mondo sconosciuto. Nel caso vengano trovati partner adeguati, è inoltre possibile che l’Istituto partecipi in azioni di mobilità dello staff, in maniera da consentire: lo scambio di buone pratiche per lo sviluppo della qualità dell’offerta formativa; l’ibridazione dell’offerta didattica attraverso il contatto con esperienze formative basate su approcci diversi; la riqualificazione delle competenze professionali del personale, in un’ottica di apprendimento permanente.

In tale contesto l'attuazione di un programma di relazioni e scambi internazionali costituisce un’iniziativa di valore strategico anche per l'intero territorio che, attraverso l'azione della Fondazione, acquisisce delle opportunità di recupero del gap in termini di innovazione tecnologica, competitività internazionale, complessità delle relazioni sociali a vantaggio delle piccole e medie imprese del territorio.

La scelta dei partner coinvolgerà direttamente organizzazioni internazionali con cui la Fondazione intrattiene rapporti di collaborazione per progetti inerenti il settore energetico. Tali collaborazioni possono essere estese ad HEI, aziende e organizzazioni di qualsiasi Paese partecipante al programma Erasmus+.

Le attività promosse avranno l'obiettivo di creare una forza lavoro qualificata, le cui competenze siano riconosciute e spendibili nel mondo del lavoro anche a livello europeo, in grado di contribuire al raggiungimento degli obiettivi della Strategia Europa 2020 in tema di clima, energia e aumento della competitività ossia una crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva. Sarà necessario un ampio ventaglio di tecnologie delle energie sostenibili per affrontare la sfida insita nel-la transizione verso un approvvigionamento energetico pulito, affidabile, sicuro e competitivo.

Nella prospettiva di una crescente internazionalizzazione della formazione superiore, la mobilità acquista una centralità sempre maggiore. L’ITS A. Monaco ritiene che la realizzazione di programmi di mobilità nell’ambito del Programma Erasmus+ accresce da una parte, le opportunità di occupazione e inserimento professionale per i propri studenti e, dall’altra, la qualità dell’insegnamento. In relazione alle 5 priorità di Modernisation Agenda la partecipazione al Programma:

  1. Produrrà un arricchimento dell’offerta formativa e riuscirà ad attrarre nuovi studenti attraverso la mobilità e la cooperazione incrociata;
  2. Rafforzerà e amplierà la cooperazione e gli scambi di buone pratiche con istituti di istruzione superiore di altri paesi UE ed extra UE e altri partner strategici. Il confronto potrà aiutare tutti i partner a cercare le soluzioni migliori ad eventuali problematiche o a ratificare procedure valide per tutti i partner;
  3. Migliorerà il bagaglio culturale e professionale di studenti e docenti e permetterà loro di sviluppare la propria carriera, essere più competitivi e di rispondere meglio alle esigenze del mercato del lavoro;
  4. Promuoverà lo sviluppo innovativo di programmi di ricerca e sperimentazione didattica e scientifica in quanto permetterà il proficuo confronto tra diverse metodologie didattiche e l’inserimento delle stesse nella proposta formativa della Fondazione;
  5. Delineerà una chiara politica verso lo sviluppo di attività didattiche integrate e transnazionali con il mondo del lavoro tramite le attività di traineeship per gli studenti le quali garantiranno un maggiore orientamento professionale;
  6. Creerà legami fra l’insegnamento superiore, la ricerca e le imprese per favorire l’eccellenza e lo sviluppo regionale verrà quindi favorito e reso più efficiente il così detto Triangolo della conoscenza;
  7. Sosterrà la qualità del capitale umano valorizzando e aggiornando le competenze dei propri docenti e del personale amministrativo e permettendo lo scambio di conoscenze ed esperienze a livello internazionale;
  8. Introdurrà la cultura del sostegno all’eccellenza e la promozione del merito in quanto si tenderà a premiare chi sarà più meritevole e chi si impegnerà maggiormente;
  9. Aprirà la mente alla interculturalità e all’inclusione sociale e consentirà una maggiore consapevolezza della condizione di cittadinanza europea;
  10. Migliorerà il finanziamento attraverso la ricerca di sovvenzioni complementari pubbliche e private, identificando i costi reali e orientando le spese, con l’aiuto di sistemi di valutazione dei risultati e di concentrazione degli sforzi, su specifici punti prioritari;
  11. Un'ulteriore futura attività che l'lTS intenderà attivare riguarderà la formazione di futuri giovani imprenditori. Si verificherà la fattibilità dell'apertura di un ufficio specifico che assista i potenziali giovani imprenditori dalla raccolta di informazioni sul diritto e regolamenti fino al lancio di start‐up.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Seguici sui Social...